Un accordo storico. La Torres e la Brigata Sassari insieme per il settore giovanile rossoblù.

Una è nata nel 1903, l’altra nel 1915, pochi anni di distanza, tantissima storia alle spalle e, per entrambe, un posto nel cuore di tanti sassaresi e sardi.

La Torres e l’A.S.D. Esercito – 152° Reggimento della Brigata Sassari hanno chiuso un accordo storico per lo sviluppo del progetto, denominato “Storia e Sport”, che si prefigge l’obiettivo di promuovere l’attività sportiva tra i più giovani consentendo loro di poter usufruire delle strutture site all’interno della caserma “Gonzaga”.

«Da qualche anno l’Esercito ha dato l’opportunità alle caserme di tutta Italia di poter costituire delle ASD aperte al pubblico, occasione – come sottolinea il Presidente dell’A.S.D. Esercito del 152° Reggimento, Massimiliano Mangatia – che abbiamo voluto sfruttare al fine di riunire due realtà storiche di Sassari, la Torres e la Brigata Sassari con l’intento di abbinare lo sport alla storia.

Tanti giovani, purtroppo, non conoscono le realtà importanti del proprio territorio. Vorremmo in questo modo tornare a parlare di determinati valori, etici, sociali, storici, che per molti ragazzi si stanno perdendo».

Si parte da Sassari, nella convinzione che l’operazione abbia un respiro più ampio coinvolgendo le altre caserme dell’isola. Gli obiettivi sono l’integrazione sociale, culturale e storica nel tessuto cittadino, il miglioramento anche della formazione degli istruttori, la creazione di ulteriori spazi dedicati ai giovani che intendono intraprendere le diverse discipline sportive, in particolare quella del calcio, e un passo ulteriore verso la creazione di un percorso virtuoso di collaborazione tra le colonne portanti della storia cittadina.

«La Torres e la Brigata Sassari rappresentano, per campi e finalità diverse, un pezzo di storia culturale e sociale di questa città – le parole del presidente rossoblù Salvatore Sechi – e si tratta di un connubio fondamentale perché consente ai nostri ragazzi, cresciuti per numero di squadre in questi ultimi anni, di avere una nuova opportunità. Ci siamo dovuti muovere da subito per consentire al nostro settore giovanile di poter crescere e oggi possiamo iniziare tutte le attività in diversi campi di allenamento e di gioco grazie agli accordi stretti in questi anni.

Ci rende orgogliosi poter collaborare con una realtà così importante come la Brigata Sassari perchè il settore giovanile rossoblù, coordinato quest’anno dall’instancabile Alfredo Pala, potrà avere uno sviluppo ulteriore in termini di formazione e di crescita, sportiva e sociale, come è nei nostri obiettivi».

LA STORIA. Nella stagione 86/87, con un giovanissimoGianfranco Zola in prestito militare all’esercito, la Torres varcò spesso la porta della Caserma Gonzaga per gli allenamenti.

Negli anni 2000 I campi ospitarono qualche seduta di lavoro della Torres.

Oggi saranno i giovani rossoblu’, grazie alla collaborazione tra le due Società nell’ambito del progetto “Storia e Sport” a poter usufruire delle strutture di via Carlo Felice.

Leave a Reply