shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal :  0.00
View Cart Check Out

Torres brutta e spenta. Il Cassino passa 4-1

Una Torres inguardabile nel primo tempo, più aggressiva (ma non incisiva) nel secondo, esce sconfitta dall’Acquedotto 4-1 al cospetto di un Cassino in piena corsa playoff.

Atteggiamento sbagliato dei rossoblù, sin dalle prime fasi di gioco, ma anche tanta confusione per una squadra che deve cercare punti salvezza, soprattutto sul proprio campo.

Al 2’ Carcione su punizione mette i brividi a Cancelli che respinge il pallone che gli rimbalza di fronte. Rossoblù che hanno un’accelerazione all’8’ con Spinola che fa tutto bene ma non trova la porta con un rasoterra debole.

formazione ospite che col passare dei minuti prende campo, conquista tre corner in rapida successione e sull’ultimo trova anche il gol del vantaggio. Al 17’ Marcheggiani a centro area libera di testa per Di Filippi che tutto solo in area può calciare a botta sicura. Rossoblù che protestano per un fuorigioco, difficile da capire da queste immagini.

Ci si aspetta una reazione immediata dei rossoblù che, invece, faticano a manovrare con fluidità, non trovano spazi nella difesa ospite e si affidano a lanci in avanti poco precisi.

Il Cassino con pochi passaggi è già in area rossoblù e al 26’ ha l’occasione per il raddoppio ma Marcheggiani non trova l’aggancio in area.

Ma il gol del 2-0 arriva poco dopo, al 29’, sull’asse perfetta Marcheggiani – Tribelli, che anticipa di testa Lazazzera e vola in porta per battere Cancelli in uscita con un pallonetto.

La reazione Torres è tutta in questa fiammata di Sarritzu al 38’ che mette al centro due volte trovando però attenta la difesa del Cassino.

Nel finale di tempo l’azione più discussa che porta al 3-0. Lancio in area di Tirelli per Marcheggiani (in sospetto fuorigioco), palla in area per Ricamato, tocco per Tribelli che mette dentro di tacco. Il giocatore del Cassino è sicuramente oltre Minutolo ma probabilmente è tenuto in gioco da Peana. Le immagini non ci offrono una migliore prospettiva. E in fondo serve a poco perchè l’arbitro Silvera convalida tra le proteste generali.

Si va all’intervallo come pugili suonati.

Nella ripresa mister Sanna inserisce Demartis, al rientro dopo un lunghissimo infortunio, e Saba, al posto di Piriottu e Spinola.

Il cambio dà maggior brio ad un attacco fino a quel momento sostenuto solo da Camilli e Sarritzu, sebben quest’ultimo poco sfruttato nelle sue sgroppate solite sulla fascia.

Al 10’ è proprio Saba a conquistare un calcio di punizione dal limite ed è Demartis a trovare la traiettoria vincente per l’1-3.

La carica del gol sortisce l’effetto di far spingere i rossoblù in avanti ma manca sempre di pericolosità la formazione di casa.

Mister Sanna mette dentro Salata per Lazazzera al 29’. Un minuto dopo Sarritzu sfiora il palo su conclusione dal limite.

Al 31’l’occasione per cambiare, o provare a farlo, l’inerzia della gara arriva con il rigore concesso per atterramento di Camilli in area. E’ lui ad incaricarsi della battuta ma Palombi intuisce e para.

Si spengono le seppur residue speranze di rimonta.

Nel recupero un rigore, molto dubbio, è concesso al Cassino. Marcheggiani lo trasforma per il 4-1 finale.

Silenzio stampa a fine gara e d’altronde, le parole ora servono a pochissimo.

Nonostante la delusione si deve guardare ancora alla classifica, sempre corta, sempre migliorabile, ma bisogna vincere, e per farlo bisogna giocare molto meglio di così, già a partire da domenica prossima, contro il Latina.

 

Tabellino

Torres: Cancelli, Bile, Lazazzera, Piriottu (1’st Saba), Peana, Minutolo, Sarritzu, Bianco, Spinola(1’st Demartis), D’Alessandro, Camilli. All. Marco Sanna. A disp. Pinna T., Briukhov, Pinna R., Fiori, Chelo, Salata, Sotgiu.

Cassino: Palombo, Di Filippi, Carcione, Ricamato, Tirelli, Tribelli(dal 37’st Salera), Cocorocchio(dal 37’st Mattera), Tomasi, Marcheggiani, Darboe(dal 42’st Fragnoli), Nocerino. All. Urbano. A disp. Della Pietra, Fragnoli, Matera, Di Pinto, Zegarelli, Salera.

Marcatori: 17′ Di Filippi, 29′ Tribelli, 43′ Tribelli, 10’st Demartis, 2’ di recupero Marcheggiani (rig.)

Ammoniti: Bianco, Minutolo, Peana.

 

Leave a Reply