shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal :  0.00
View Cart Check Out

La Torres vince 1-0 il primo round contro il Cannara (finale playoff)

La Torres saluta un “Vanni Sanna” gremito con una vittoria di misura sul Cannara nella gara di andata di semifinale nazionale playoff.  Tante occasioni e un dominio pressoché totale per i rossoblù che tra una settimana andranno in Umbria per l’ultimo, decisivo, passo che potrebbe dare l’accesso diretto alla serie D.

La gara si apre nel ricordo commosso del giovane Nicola Della Morte, il calciatore della Polisportiva Ottava, società Punto Torres, scomparso in circostanze tragiche domenica scorsa. Sulla sua maglietta il capitano Tore Pinna ha deposto un mazzo di fiori tra gli applausi del pubblico sassarese.

La cronaca. Fasi iniziali con le due squadre a studiarsi un po’, poi si accende la Torres. Al 18’  conclusione a botta sicura di Spinola su cui interviene Battistelli, sulla ribattuta Sarritzu trova solo il palo esterno da posizione defilata.

Al 20’ Diouf di petto libera lo spazio per Sarritzu che a tu per tu con Battistelli si vede respingere la conclusione dall’esperto portiere ospite in uscita con i piedi.

Al 26′ ancora Sarritzu ci prova col sinistro e il rasoterra diventa un assist per Scioni che in spaccata non arriva alla deviazione sotto porta.

Si urla al gol al 30’ sull’incornata di Spinola servito ottimamente da Mannoni in area. Il fuorigioco c’è anche se di pochissimo.

Il tempo si chiude con una conclusione forte e centrale di Scioni e la respinta di Battistelli. Sul taccuino non si registrano azioni di rilievo da parte degli uomini di mister Farsi.

La ripresa si apre con un ritmo più alto ma è sempre la Torres a fare la gara e il Cannara a difendersi. Mister Tortora cambia. Al 6’ Piga, diffidato,  lascia il campo a Chelo. Fuori anche Diouf per Bianco.

Risulta la mossa vincente per sbloccare l’incontro. Poco prima del gol il Cannara si affaccia in area rossoblù con Di Giuseppe, ben controllato  da Merenda, poi Sarritzu cerca il gol fotocopia contro la Cuoiopelli andando di testa sulla punizione di Mannoni: palla alta.

Al 18’ Chelo riceve sul palo lungo ma si vede stoppare la conclusione da Battistelli, sulla respinta Bianco si coordina per la conclusione a rete con il pallone che, deviato, passa tra una selva di gambe e si insacca per l’1-0.

Il Cannara prova a distendersi  ma si segnala per  qualche angolo e una conclusione debole di Di Giuseppe. Poi è ancora dominio Torres. Al 39’ Sarritzu parte dalla propria area, attraversa tutto il campo, resiste a un contrasto e si invola in porta, a centro area c’è Chelo ma il 7 rossoblù non lo serve in tempo e la difesa sventa.

Chelo, Scioni e Spinola provano nella stessa azione ma senza successo e poi anche il neo entrato Uleri ha la sua chance con un pallone rinviato da Pinna che arriva sui suoi piedi con la difesa fatta fuori: c’è ancora Battistelli a negare il gol.

Termina con un vantaggio minimo ma la consapevolezza di poter chiudere i conti in terra umbra. Ci vuole un ultimo sforzo collettivo per potersi regalare questa gioia.

A fine gara gli applausi meritati dello stadio e un tributo della curva al capitano Pinna che raggiunge le 342 presenze in rossoblù eguagliando il record di Morosi. Domenica prossima, ultima fatica di questo incredibile ed emozionante campionato, potrà superarlo.

 

Leave a Reply