shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal :  0.00
View Cart Check Out

La Torres Juniores è campione regionale!

CAMPIONI!

Il titolo arriva al termine di una gara dalle mille emozioni, bloccata sul 3-3 dopo i supplementari e finita con i calci di rigore che hanno premiato la grande forza d’animo dei ragazzi di mister Zani. Una squadra giovanissima, con quattro 2001 in campo e 4 classe 2000, al cospetto di avversari più grandi che due volte in vantaggio, sul 2-1 e sul 3-2, hanno infine dovuto soccombere di fronte alla brillantezza della Torres nelle fasi cruciali della gara.

Contro un Guspini Terralba cinico, che ha saputo sfruttare le sue occasioni, con i rossoblù  sotto di un uomo dalla fine del primo tempo per l’espulsione di Uleri, contestatissima, del sig. Mocci di Oristano, c’è voluto uno spirito battagliero, a tratti eroico, per portare a casa il risultato, festeggiatissimo dal grande pubblico presente al Centro tecnico federale di Sa Rodia.

La gara si apre con la Torres subito in avanti con Capra che ci prova di testa al 4’: para Massa. Al 13’ viene ammonito Uleri al termine di un battibecco con un avversario (non sanzionato). E’ l’esterno rossoblù a provare più volte ad inserirsi sulla fascia sinistra senza, però, riuscire a sfruttare le occasioni. Al 15’ arriva il vantaggio rossoblù con Simone Capra che sfrutta un’indecisione del portiere e insacca.

Il Guspini si porta in avanti a caccia del pari e trova l’episodio favorevole al 30’. Punizione con palla scodellata in area, Sechi esce per la respinta ma il pallone resta lì e arriva il pari di capitan Uliana.

La Torres riprende il pallino del gioco e si ributta in avanti andando vicinissima al 2-1 con Usai che, da pochi passi, non sfrutta un buon pallone in area. Al 45’ l’episodio discusso, il secondo giallo a Uleri per un fallo di gioco sull’out di destra a tempo ormai scaduto. Il rosso è una mazzata e la ripresa si apre con un primo cambio, Spinetti per Usai.

E’ il nuovo entrato ad avere la chance al 4’ di testa ma manda a lato. Al 6’ una bella conclusione di Pintori ma il pallone termina sul fondo. All’11’ altro cambio, dentro Pilichi per Capra.

Al 13’ arriva il nuovo vantaggio dei gialli su una palla persa in mezzo al campo che alimenta una ripartenza finalizzata da Colomboli. Sotto di un uomo e di un gol la Torres inizia a spingere con maggior veemenza. Al 15’ mister Zani mette dentro Superchi per Virdis e poi Meloni per Sotgiu.

Ci prova dalla distanza su punizione Depalmas al 27’ ma Massa si oppone. E’ una Torres a trazione offensiva ma che non rischia nulla dietro con una difesa sempre attenta. L’occasione d’oro per il pari arriva al 34’ con una punizione dal limite su cui va lo specialista Gabriele Pintori. Il suo sinistro è un mix di precisione e potenza e regala il bellissimo 2-2 a dieci dal termine.

L’arbitro dispensa cartellini in rapida sequenza a PIlichi, Depalmas e Pinna. Sechi deve fare un miracolo sulla punizione al 42’ di Selis. Ci si avvia alla fine e arriva un rosso proprio per quest’ultimo. Parità ristabilita ed è tempo di supplementari.

Nei primi 15’ è un monologo rossoblù, Pinna colpisce di testa una traversa, poi Pintori si beve mezza squadra avversaria e si porta sul limite per una conclusione perfetta sotto la traversa  ma Massa riesce a deviare in angolo.

Altro cambio rossoblù con Pinna per Secchi al 10’. Il primo tempo termina 2-2.

Al 2’ del secondo supplementare si ripiomba nell’incubo. Da un fallo laterale in zona d’attacco, palla persa e si apre una voragine sulla corsia esterna della Torres su cui si infila il neo entrato Schirru che mette dentro il gol del 3-2.

Ci sarebbe da abbattersi se non fosse che la Torres questa occasione non la vuole perdere. E a buttar giù la truppa ci sarebbe anche il brutto infortunio occorso a Davide Pinna dopo uno scontro aereo. Invece no.  Mentre il compagno è costretto ad uscire in barella per raggiungere l’ospedale Federico Superchi gli sussurra all’orecchio che il gol arriverà e la gara la vinceranno anche per lui.

Quando mancano due minuti al termine succede. Un lancio dalle retrovie sarebbe facile per il portiere ma l’intervento goffo del difensore del Guspini diventa un passaggio proprio per Superchi che con una zampata supera il portiere e regala il preziosissimo 3-3 che porta ai rigori.

Apre Uliana per l’1-0, pareggia Depalmas, Piovaccari si fa intuire il tiro da Sechi che manda sul palo, Pintori per il 2-1, Floris Bruno per il 2-2,  Superchi per il 2-3, Floris Luca va sul 3-3,  Carlo Pinna porta la Torres sul 4-3. Gli ultimi due penalty decidono tutto. Volpe porta i suoi sul 4-4 e la palla del match point è tra i piedi di Piriottu che non sbaglia e fissa sul 5-4 (8-7 finale).

Una grande gioia per una squadra che ha saputo soffrire e ha trovato il giusto premio al lavoro e al talento.

Ora per loro si apre la fase nazionale.

Leave a Reply