shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal :  0.00
View Cart Check Out

Il difensore Riccardo Pinna alla Torres

Il talentuoso terzino sassarese, in forza al Frosinone Calcio, era richiestissimo e torna nella sua Sassari per vestire la maglia rossoblù: “Qui l’ambiente giusto”

Un giovane ma già esperto, un talento cristallino che gli ha consentito nella scorsa stagione di vivere da vicino il calcio della serie A con la maglia del Frosinone Calcio.

Il difensore sassarese, classe 2000, Riccardo Pinna ha scelto la Torres per la stagione di serie D 2018/2019 e le sue prime parole in rossoblù sono di grande entusiasmo: «Avevo voglia di mostrare quanto valgo vestendo la maglia della squadra della mia città. Questo mi dà grande forza ma anche tanta responsabilità. So che ci sono tante persone che credono in me e so che posso fare bene qui. Non vedo l’ora».

Terzino sinistro di 1 metro e 87 cm, mancino naturale, Pinna è stato per tanti anni un allievo del nostro attuale tecnico delle giovanili Massimiliano Ribichesu. Con lui ha iniziato nel Latte Dolce per poi spostarsi alla Lanteri, dove ha militato per 5 anni, crescendo calcisticamente dagli Esordienti fino alla categoria Allievi; con lo stesso mister è passato al Cus Sassari, dove ha iniziato il secondo anno negli Allievi per poi approdare subito in prima squadra, nel campionato di Promozione 2016/2017, sempre da titolare.

Convocato continuativamente per la rappresentativa regionale Sardegna al Torneo delle Regioni (nel 2015 con i Giovanissimi, negli Allievi nel 2016 e, da capitano, l’anno successivo), nell’estate 2017 le sue capacità non passano inosservate ai tecnici del Frosinone Calcio che lo inseriscono in rosa per disputare il campionato nazionale Primavera della formazione ciociara: «Mi sono trasferito a Frosinone per giocare e sono stato spesso convocato ma era difficile entrare nei primi 13/14 – commenta – è stata comunque un’esperienza importantissima dal punto di vista caratteriale e sportivo e che mi servirà tanto per il futuro. Ho vissuto fuori, mi sono diplomato, ho imparato molto e ora sono pronto a rimettermi in gioco a casa mia».

Difensore tecnico e fisico, dotato di visione di gioco e carattere da combattente, malgrado la giovane età, Pinna ha voluto fortemente la formazione rossoblù, nonostante le tante richieste: «Si è vero sono stato chiamato da altre squadre fuori dalla Sardegna e ho avuto la fortuna di poter scegliere di tornare a Sassari perché, da subito, mi avevano cercato sia il Latte Dolce sia la Torres; ho scelto di venire qui perché credo che questo sia l’ambiente giusto per me per migliorare e crescere, con una società ambiziosa, dove ritrovo tanti ragazzi che conosco e con un tecnico come mister Tortora, con cui ho parlato tanto, che sa quel che vuole e lavora molto sui giovani».

La Torres da tifoso?: «Lo scorso anno ho visto i playoff regionali – chiosa il neo rossoblù- ma in tutti questi anni non sono potuto andare spesso allo stadio perché dovevo sempre giocare. Ora sono qui e sono prontissimo per conoscere la squadra e iniziare. E’ una bella emozione ma non mi fa paura».

Leave a Reply