femdom-pov.net

Torres sconfitta 1-0 nella Finale play off. Ai gladiatori di mister Sanna non riesce l’ultima impresa

La Torres viene sconfitta 1-0 dall’Olbia al Vanni Sanna nella finale play off di Serie D.

Un finale amaro per una stagione esaltante dei rossoblù, riusciti nell’impresa di andare oltre gli ostacoli lungo il cammino e capaci di riportare l’affetto e l’amore dei sassaresi per la propria squadra del cuore.
Al termine della sfida che ha portato allo stadio oltre 3000 spettatori, tanta amarezza ma anche gli applausi per tutti, non solo per il lavoro fatto, per l’impegno e la professionalità profusi, ma anche per aver mostrato cosa significa metterci il cuore, dando vita ad un gruppo unito e che ha regalato momenti di straordinaria emozione.
La sfida è stata decisa da un gol su punizione del sassarese Mastinu, che ha colpito dopo soli 5 minuti mettendo fuori causa Fadda con una traiettoria velenosa sul primo palo.
Nei primi venti minuti del primo tempo la Torres, orfana di Scotto e Cossentino, ha subito la manovra avvolgente degli ospiti (Cossu ha tentato subito il raddoppio colpendo un palo) per poi guadagnare campo e proporsi in avanti.
Ci hanno provato Masala, con un tiro dalla distanza (pallone deviato in angolo da Van der Wart) e poi Demartis (deviazione ravvicinata alta su cross dalla sinistra) ma senza successo.
Nella ripresa subito Chelo ci prova di testa ma il pallone termina a lato. Al 51’ ci prova ancora Masala da dentro l’area, deviazione del portiere, sul pallone Musto ma l’arbitro ravvisa un fallo e finisce l’azione.
Al 60’ Masala, stanchissimo, lascia il campo per Solinas.
Cinque minuti dopo Cossu esce per Gallo e inizia un parapiglia in campo. A farne le spese sono Lisai e Mastinu entrambi espulsi.
Qualche minuto dopo l’Olbia finisce anche in 9 per la seconda ammonizione di Piredda.

I rossoblù provano con tutte le forze residue a cercare la via del gol del pari che avrebbe consentito di allungare la gara ai tempi supplementari ma la rete non è arriva.
La squadra, stremata, si arrende dopo 5 minuti di recupero.
La finale va all’Olbia. La Torres esce a testa altissima da una stagione che si voleva chiudere in bellezza ma che sarà ricordata comunque per la cavalcata esaltante degli uomini guidati da un grande condottiero: mister Marco Sanna.

Tabellino
TORRES: Fadda, Cafiero, Raucci, Masala (dal 15’ st Solinas), Biondi, Gagliardini, Demartis, Casini, Chelo (dal 39’ st El Kamch), Lisai, Musto. All.Marco Sanna. A disp.: Iali, Della Guardia, Negro, Gueli, Marcangeli.

OLBIA: Van Der Wart, Cacciotti, Cotali, Geroni, Dametto, Miceli, Cossu (dal 19’ st Gallo), Piredda, Doddo, Caboni (dal 34’ st Molino), Mastinu. All.: Michele Mignani. A disp.: Ciotti, De Angeli, Formuso, Malesa, Negrean, Vispo, Riehle.
Marcatori: 5’ Mastinu
Ammoniti: Casini, Biondi, Lisai, Piredda, Gallo, Gagliardini, Cafiero, Van der Wart
Espulsi: Lisai e Mastinu al 20’ st per proteste, 23’ st. Piredda per doppio giallo.

Leave a Reply

wish4book.com b-ass.org