«Comprendiamo bene le esigenze di atleti ed istruttori ma in questo momento non ci sono i presupposti per rimettere in moto il Settore giovanile e la Scuola Calcio Torres, sia per ciò che riguarda la salvaguardia della salute di atleti e famiglie, che è il nostro primo pensiero, sia in termini di responsabilità, dirette e indirette, che riguarderebbero sempre e solo la Società e me che sono il presidente. Ecco perché abbiamo deciso, seppure con grande dolore, di pensare già al prossimo anno per ripartire. Speriamo tutti in condizioni di totale sicurezza».

Il presidente della Torres Salvatore Sechi ha incontrato ieri i tecnici del Settore giovanile e Scuola Calcio Torres per comunicare la decisione ufficiale di stop definitivo a tutte le attività, concordata con il Direttore sportivo Alessandro Degli Esposti.

«Questa è una scelta di responsabilità che ci dispiace ma per noi è necessaria – le parole del DS- perché non possiamo dimenticarci mai il momento che viviamo e le difficoltà che affrontiamo nella vita di tutti i giorni a causa della pandemia. Abbiamo deciso, insieme con il presidente, di fermarci, anche a costo di dover rinunciare ai ragazzi o ai bambini che, se lo vorranno, avranno da parte nostra il via libera del tesseramento per andare altrove. Noi crediamo che i ragazzi, e le loro famiglie, vengano prima. Questi mesi che mancano alla fine della stagione sportiva li utilizzeremo per pianificare il futuro, anche in questo settore».

In ragione di ciò la Torres comunica che non sarà consentita nessuna attività nei centri sportivi Arena del Sole e nelle strutture adibite agli allenamenti della Scuola Calcio che resteranno chiusi in attesa di ulteriori determinazioni e sviluppi della situazione epidemiologica dell’infezione da COVID-19.

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *