“Un difensore centrale grintoso, dai piedi buoni e con una passione infinita per il calcio”.
Così ricordano Vito Casu gli amici che lo hanno potuto vedere in campo con la maglia della Torres, dove è cresciuto calcisticamente nelle giovanili, e che con lui hanno potuto condividere, negli anni successivi al suo ritiro, tanti anni di tornei Over disputati in città, lui sempre presente con la squadra della Don Bosco.
Sassarese classe 1940, nato e cresciuto con il pallone tra i piedi nel centro storico cittadino, Casu aveva mosso i primi passi nel settore giovanile rossoblù per poi arrivare in prima squadra nella stagione 1963/64, chiamato dal nuovo tecnico Allasio insieme con altri giovani del vivaio.
Nelle foto lo vediamo in ritiro a Cutigliano nel settembre 1963 (da sinistra a destra: Satta, Niccolai, Zaccheddu, Zolo, Casu) e con il portiere Zaccheddu all’Acquedotto.
Negli anni successivi ha vestito anche la maglia del Sorso, squadra con cui ha vinto un campionato.
Da parte di tutta la Torres l’abbraccio più affettuoso alla famiglia di Vito Casu e agli amici e tifosi rossoblù che ne hanno potuto apprezzare le doti umane, fuori e dentro al campo.

Di

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *